corinne noca

Salame di cioccolato.

Dopo essermi sincerata che la mia amica Sara avesse cucinato le lenticchie per il cenone di Capodanno, ci siamo preparati per raggiungerli. L’ultimo giorno del 2014 ha visto una puntualità da parte della nostra famiglia, totalmente anomala. Sarà stata la fine di un’era e l’inizio di una nuova epoca? Siamo riusciti a fare tutto quello che dovevamo: far dormire la bambina due orette, prepararmi finalmente con tutta calma senza dover correre, mettere a posto casa ( non mi piace mai uscire lasciandola in disordine…), passare da mia suocera a prendere le lasagne che gentilmente ci ha fatto, salutare i miei al paesello e arrivare finalmente da Sara e Umberto.

A causa di una defezione dell’ultimo minuto, ci siamo ritrovati in tre coppie con pargoli al seguito, invece che quattro. La serata è trascorsa davvero piacevolmente, era da tanto che non passavo del tempo a parlare del più e del meno, e non solo di figli ( anche se chiaramente è un discorso che va per la maggiore essendo tutte “neo mamme”) con le mie amiche e siamo stati tutti davvero bene.

Ora, mentre gli uomini parlavano di calcio, motori, lavoro o che altro, bevendosi anche 5 bottiglie di vino, viene fuori che il marito di un’amica comune pare essere superdotato. E figurarsi se non si cadeva lì. Il bello è che non è stato nemmeno fatto apposta, chiacchierando viene nominato misterover30cm e  Fabri si gira improvvisamente verso noi donne, probabilmente ascoltando per inerzia, e scarica il LA: “Ma chi, lo stallone?!”. Fait. Les jeux son fait.

Ci sono argomenti che legano sempre tutti, anche gli sconosciuti. Quelli un po’ più seri, tipo il ritardo del treno, del bus o dell’aereo, le malattie dei bambini, gli ospedali…di solito sono sempre lamentele; e poi, quelli considerati un po’ più osè, o tabù…di cui solitamente si parla quando si è in confidenza: la cacca, il tradimento e, ovviamente, il pene. Di solito di quest’ultimo, per assurdo, ne parlano più le donne che gli uomini, anche perchè loro si mettono sempre in competizione quindi, guardano e tacciono.

Per tutta la serata, i commenti e le battutine si sono sprecati … causando anche un certo stupore “ma come fai a saperlo?”. Certo, perchè la news l’ho data io. E non fraintendetemi, non ho mai avuto niente a che fare con Super Stallone, ma di riflesso un’altra cara amica aveva ricevuto questa confidenza e visto che era una cara amica, giustamente l’ha spiattellato a tutti. Roba di dieci anni fa, ma si sa,  il tempo non cancella mai certi ricordi, figurarsi le misure.

E ha proprio ragione Ruggero dei Timidi quando canta:

“Le donne del mio tempo si sono emancipate, non sono sprovvedute, son più spregiudicate; Gli piace riunirsi insieme per parlare di cose che noi maschi non possiamo immaginare; Ne parlan giù al bar se nessuno le ascolta, lo dicon chiaramente senza c’era una volta, lo dicono alle feste vestite di pigiama, le donne sono così o le si odia o le si ama: Parlano di scarpe, parlano d’amore, parlano di vacanze, parlano di cuore, e parlan di Groupon, parlan di ingredienti, e parlan di cerette, parlan di assorbenti, e se l’argomento a mancare viene, le donne parlan di lunghezza del pene”

Questo argomento ci ha accompagnati  fino al 2015, sì perchè naturalmente siamo arrivati anche al dessert che avevo preparato con tanto amore: un salame di cioccolato che neanche a farlo apposta ricordava vagamente una forma fallica.

Standard

3 thoughts on “Salame di cioccolato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...